Sostegno alla Genitorialità

Area di intervento

Sostegno alla Genitorialità

Le motivazioni che conducono una coppia genitoriale o il singolo genitore a richiedere questo tipo di servizio possono essere di varia natura. Questo percorso di sostegno è particolare perche è un percorso psicologico individuale e/o di coppia che è strettamente connesso alla presenza di un terzo soggetto non presente in terapia: il/la figlio/a.

Si poggia sulla necessità espressa dai genitori di imparare a leggere, in maniera differente e nuova, i bisogni affettivi e relazionali espressi dal proprio figlio nonchè conprendere le sue manifestazioni comportamentali per poi, successivamente, provare a rispondere adeguatamente.

I genitori che decidono di intraprendere questo percorso sono spesso spinti da situazioni anche molto diverse tra loro.

Mi è capitato di lavorare, in questo setting terapeutico, in situazioni legate ad una disabilità psico/fisica espressa dal bambino/ragazzo, oppure, a causa di manifestazioni comportamentali difficili da sostenere o anche in presenza di disturbi psicologici, manifestati dal figlio, che richiedevano una nuova modalità presenza nel suo malessere. Infine, in casi di separazione coniugale, ho lavorato con genitori che, seppur separati come coppia, esprimevano la necessità di ristrutturarsi e lavorare sulla possibilità di continuare ad essere “coppia genitoriale”.

Quindi, la lista dei casi in cui è richiesta questa tipologia di intervento psicologico ovviamente non termina qui, perchè se da un lato è necessariamente connessa alle singole problematiche individuali possibili in età infantile e adolescenziale, dall’altro rispecchia le modificazioni strutturali e concettuali della famiglia di oggi. Essere genitori oggi è molto diverso rispetto a qualche generazione passata e i nostri figli vivono in un contesto molto diverso dal nostro o da quello dei loro nonni.

Noi possiamo adattarci, e solo con difficoltà, possiamo tentare di comprendere cosa può significare essere bimbi o adolescenti oggi.

“Spesso si dice che questa o quella persona non ha ancora trovato se stessa. Ma l’io non è qualcosa che si trova, è qualcosa che si crea.” (Thomas Szasz)

Contattami per maggiori informazioni

Informativa Privacy

AREE DI INTERVENTO

Psicoterapia individuale adulti Roma Psicologa Verrascina

PSICOTERAPIA INDIVIDUALE ADULTI

Psicoterapia adolescenti Roma Psicologa Verrascina

PSICOTERAPIA PER GLI ADOLESCENTI

Psicoterapia di coppia Roma Psicologa Verrascina

PSICOTERAPIA E PSICOLOGIA DI COPPIA